Voce Amerindia

IL LABORATORIO CAMBIA NOME

Forums Laboratorio di Poesia – Italiano IL LABORATORIO CAMBIA NOME

  • Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 10 mesi fa da Maria das Graças RodriguesMaria das Graças Rodrigues.
Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #487
    Maria das Graças RodriguesMaria das Graças Rodrigues
    Amministratore del forum

    IL LABORATORIO DI POESIE E UN CONTENITORE OVE SI INCONTRANO LE DONNE LIBERE E INTELLIGENTE E DA QUEST’ANNO DIVENTERÀ:
    BRACCIANO E LA CAROVANA D’ARTE E POESIE DELLE DONNE.

    In questo nuovo anno del laboratorio voglio cercare di spiegare meglio
    cos’è il laboratorio di poesie.
    Il suo scopo non è quello di scrivere la poesia individuale poiché
    sarebbe come accrescere l’ego attraverso la competizione della migliore
    poesia,mentre invece lo scopo del laboratorio di poesie è il contrario,
    è imparare a lavorare in gruppo e la poesie diventa lo strumento attraverso
    il quali ciascuno sprigiona le proprie emozione che messe l’insieme
    si trasformano nella poesie di gruppo.
    La poesia di gruppo è un strumento che ci educa a tenere l’ego sotto
    controlli e di conseguenza avere più rispetto per l’altro,dunque dignità
    per noi stessi.
    Con la poesia di gruppo impariamo a conoscere noi stessi e gli
    altri valutare la potenzialità e la volontà di ciascuno e attraverso l’intima
    espressione di se, ristabilire la complicità che riallaccia quel filo conduttore
    tra il divino femminile e la natura sacra.
    Le culture antiche ci insegnavano l’importanza della natura e che gli alberi
    sono le attene,ponte tra noi e l’universo,allontanandosi dalla natura ci siamo
    caduti nella materia fino a renderci schiavi dell’ego che ci illude e ci abbaglia
    in una società materialista nella quali l’essere umano conta per ciò che ha
    piuttosto che per ciò che è cosi siamo diventati numeri da spremere e con
    l’incoscienza soffochiamo la nostra coscienza cosmica.

    PERCHÉ IL PROFETA COME GUIDA?
    A partire del’11 gennaio per tutto il 2018 La carovana dell’arte e poesie delle donne
    si farà guidare dal libro di prosa poetica di Kahlil Gibran
    IL PROFETA
    Un vero manuale guida sulla via della spiritualità!
    Nella lettura del profeta va considerato la profondità di ogni argomenti affinché si
    possa comprendere i messaggi sigillati in ogni suo tratto.
    Il profeta è il mito inteso come nelle letterature antiche lui diventa l’attore di ogni
    suoi personaggi e attraverso loro fa le domande e da le risposte.
    In questo caso Almustafa l’eletto,l’amato che per dodici anni rimase
    nella città d’Orfalese in attesa della nave che lo avrebbe portato in patria.
    Dodici anni,dodici rappresentano una intero ciclo della vita dell’anima,
    la nave che lo riporterebbe in Patria è la barca che traghetta le anime sull’altra
    sponda.
    Dunque è la chiave del vissuto dell’essere umano i suoi timori e i suoi dubbi
    dinanzi la fine del viaggio dell’anima sulla terra.
    Il Profeta è una riflessione sul vissuto e un incentivo a migliorare prima che giungono
    la resa dei conti nell’ultimi attimi di vita.
    Di fatti nel profeta è l’ego a far le domande ed è l’anima che risponde senza imporre
    lasciando all’ego il libero arbitrio di scegliere se prendere coscienza d’essere energia
    sacra che fluisce in noi oppure restare impregnati e appesantito nella materia densa.

    Abbiamo terminato l’anno 2017 con tre incontri
    Sull’amore,su matrimonio e su i figli.

    L’AMORE

    Una Sacerdotessa domanda: Maestro parlaci dell’amore!
    E lui disse:
    Quando l’amore chiama,aprite il vostro cuore
    farlo entrare anche se potrebbe ferirvi ,imprigionarvi
    possedervi ricattarvi ingannarvi e illudervi,tuttavia l’ego ce lo
    presenta come amore,e anche se qualcuno vi mettesse in guardia,
    voi non crederesti poiché la verità sull’amore non amore è
    devastante e dunque è meno doloroso soffrire per questo
    amore perverso e malato.
    E’ doloroso accettare che l’amore che conosciamo sia
    egoista spesso depravato,possessivo ma si sa amore e odio sono
    entrami la faccia della stessa moneta di fatti l’amore può
    sollevarti sino a toccare l’infinito con le ditte ma è anche in
    grado di buttarti a terra senza pietà.
    L’amore privo di coscienza può essere un arma mortale.
    L’amore vero accoglie,conforta sostiene ma come un
    passero nel nido spinge i suoi figli a battere le alle e
    volare libero nell’aria.
    Il vero more ci educa all’amore vero ci toglie l’impurità,
    la passione i desideri e la macina e poi la amalgama con le
    virtù spirituali affinché l’amore diventi una fonte inesauribile
    che sgorga senza fine.
    L’amore vero ci rende felice, grati nel donare piuttosto che
    nel ricevere,questo è il vero amore quando è libero di possesso
    ricatti e opportunismo è capace di diventare una fonte inesauribile
    che fluisce senza sosta attraverso il respiro e vibra nel cuore con la
    stessa potenza della vibrazione della coscienza cosmica!

    Poetessa Errante.

    seguiranno altri riassunti sul matrimonio e sui figli.

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.