Voce Amerindia

Ecuador

News 19/06/2020

Grata aos profesores archeologos e todas comunidade tupy-guarany
do Brasil, por esse lindo e exelente trabalho.

VENEZUELA DENUNCIA BOLSONARO NA ONU POR NEGLIGÊNCIA COM A PANDEMIA

Il governo del Venezuela ha ragione, l’irresponsabilità del Brasile di
Bolsonaro può causare un grave problema non solo in Brasile ma in
tutti i paesi vicini.

Brasil supera 850 mil casos de Covid-19 e chega a 42.720 mortes

Bom dia Brasil!
Con il cuore a pezzi so bene che non sarà un buon giorno, poiché un’ombra
perversa è calata sul popolo brasiliano e non solo, su tutti
i popoli delle Americhe. E’ crudele che un popolo intero colpito dal virus dell’oppressione, della discriminazione e della povertà, a oggi vede aggiungersi anche l’incoscienza mortale di coloro che prendono solo, senza nulla dare.

Il Brasile tra il virus della pandemia e quello del neofascismo

Il Brasile è isolato, la solitudine del coronavirus soffoca il popolo oramai sfinito, nel mentre il lero-lero fascista diventa un fiume che scorre e con violenza porta via i cadaveri.

Quito, Ecuador.
Il popolo amerindio è un popolo fiero, reso poveri dal saccheggio dello straniero.

PARAGUAY. OVUNQUE IN AMERICA LATINA, INGIUSTIZIA E DISCRIMINAZIONE, QUESTO E’ IL RISULTATO DELLA MESCHINA
CIVILIZZAZIONE.

Un buon lavoro svolto con coscienza.
L’Incredibile e triste contrasto tra il lussuoso culto dei morti e l’indifferenza
verso i vivi di Cuzco, Perù.

News 26/04/2020

Ecuador. L’élite ricca del Paese, attraverso una festa di matrimonio,
contagiò il personale di servizio che tornando a casa contagiò
le loro famiglie; il covid-19 si è espanso tra la povera gente che a differenza
dell’élite non hanno assistenza e muoiono in un clima di disperato abbandono.

Lula: instituições já deveriam ter reagido. É hora de “Fora, Bolsonaro”

Finalmente qualcuno prende una decisione, non è più possibile assistere ad un Brasile che sprofonda portando con se i brasiliani senza che qualcuno prenda provvedimenti: il Brasile sta morendo!

Pandemia do coronavírus teve impacto financeiro em 81,9% dos brasileiros, diz pesquisa

Tutto il mondo è in crisi ma è in lotta per la vita, solo il Brasile di Bolsonaro e il 12 % dei suoi sostenitori sono in lotta per l’economia a scapito dello sterminio del popolo brasiliano.

América Latina ultrapassa 100.000 infectados pelo coronavírus

L’Amerindia oltrepassa 100,000 casi di covid-19, al primo posto il Brasile con i suoi 240 milioni di abitanti dei quali 39,144 positivi al virus che ha fatto già 2.484 morti.

News Donne 15/03/2020

Feminicidios de indígenas, las muertes silenciadas

Oltre cinque secoli di femminicidio nell’Amerindia, ma nessuno vede, nessuno ascolta e nessuno parla.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Bolivia, Felipa Huanca, leader dei campesinos boliviani viene perseguitata e i suoi diritti violati.

L'immagine può contenere: 4 persone, testo

8 marzo, Panama.

Conquista delle donne cilene.

L’8 marzo festeggiamo la lotta che combattiamo ogni giorno L’8 marzo affermiamo la nostra solidarietà alle donne in Portogallo e nel mondo. L’8 marzo mostriamo quanto sia fondamentale la forza dell’unità femminile per difendere i diritti delle donne e la pace. LA FORZA DELL ‘ UNITÀ IN DIFESA DEI DIRITTI DELLE DONNE E DELLA PACE

8 marzo, Portogallo.

L'immagine può contenere: testo

La Federazione Democratica Internazionale delle donne di El Salvador si è fatta presente alla marcia della #GiornataInternazionaledelleDonne manifestando contro il patriarcato, la guerra, la militarizzazione, e le politiche neoliberali

8 marzo, donne salvadoregna.

Le disposizioni restrittive sui movimenti e le manifestazioni pubbliche in tutta Italia, dovute al rischi di contagio da coronavirus, non ci permettono oggi di uscire nelle piazze reali. Ma possiamo riunirci e manifestare nelle piazze virtuali. Comunque insieme.

Italia, 8 marzo, le donne, vittime del coronavirus.

Histórico: 150.000 mujeres marcharon en Ciudad de México

Trescientas mil personas reclamaron equidad y no más violencia de género

Montevideo, Uruguay. 8 marzo.

L ‘ ufficio regionale della FDIM e la Federazione delle donne cubane si complimentano con tutte le donne del mondo

E a grandiosa Manifestação Nacional de Mulheres já se encontra no Terreiro do Paço!

Marchan mujeres indígenas y campesinas de Oaxaca contra la violencia y feminicidios

#FDIM #Ecuador Nella huipala ci siamo i popoli del mondo. Solidarietà con le donne che resistono!

Milhares de pessoas manifestam-se em Lisboa pela igualdade de direitos das mulheres

Dominga Ramos era un’avvocata guatemalteca che organizzava la resistenza per la nazionalizzazione dell’energia elettrica.

Guatemala, marzo 2020.
Arroganza del potere economico e il diritto all’autodeterminazione del popolo guatemalteco calpestato.

«SMETTETELA CON LA RETORICA DELLO “SCUDO GRECO”, PROTEGGETE I DIRITTI E L’UMANITÀ»:

LA CONFERENZA INTERNAZIONALE CONTRO L’IMPERIALISMO prevista per il 27-29 marzo a Larnaca (Cipro) è stata rinviata all’11-13 settembre 2020, a causa della crescente minaccia alla salute rappresentata dalla diffusione del virus COVID-19 (“coronavirus”).

La Federazione delle donne greca (OGE) assieme a oltre 80 associazioni nell’area di Atene (sindacati e federazioni dei lavoratori, sindacati indipendenti, associazioni studentesse) onora la Giornata internazionale della donna con una manifestazione di massa ad Atene l’8 marzo mattina.

#Inmujeres insieme alla FDIM hanno condotto l’incontro internazionale “Progressi e sfide nello sviluppo economico delle donne” a cui hanno partecipato donne di diversi paesi per scambiare le loro migliori pratiche ed esperienze.

Activists for peace ha lanciato questa petizione e l’ha diretta ad Angela Merkel e altri leader politici europei «FERMATE DEFENDER 20, AURORA 20 E ALTRE ESERCITAZIONI MILITARI SU LARGA SCALA IN EUROPA E DOVUNQUE DOPO L’EPIDEMIA DI CORONAVIRUS. CESSATE IL RIARMO E INVESTITE NELLA PACE, NEL WELFARE, LA SALUTE E L’AMBIENTE»

Il virus della fame uccide ogni giorno 8.550 bambini e bambine, e la cura esiste: si chiama cibo sufficiente.

È il centro di bambini del campo profughi di Al Amari a Ramallah – è dove è cresciuto Ramzi Abu Radwan di Al katmandjati…

Posted by Luisa Morgantini on Friday, March 13, 2020

Mulheres na luta no Recife #8M

Posted by Humberto Costa on Monday, March 9, 2020

Recife. Donne guerriere impegnate nell’infinita lotta per i diritti. La libertà l’abbiamo già conquistata.

News 15/03/2020

Veja como a América Latina está lidando com o coronavírus

Amerindia e il coronavirus.

VITÓRIA DO BRASIL – OPOSIÇÃO IMPEDIU GOVERNO DE LIMITAR BENEFÍCIOS A MAIS POBRES

VITÓRIA DO PAÍS – Numa canetada, o governo Bolsonaro reduziu a quantidade de brasileiros pobres contemplados com o Benefício de Prestação Continuada (BPC). Mas a oposição conseguiu, ontem, derrubar o veto do presidente que limitava o benefício a uma restrita parte da população. Isso é muito importante para a situação de crise que vivemos por conta da política desastrada do governo na economia e na área social, que gera aumento da miséria e do desemprego.

Posted by Humberto Costa on Thursday, March 12, 2020

Vittoria del popolo brasiliano.
L’opposizione è riuscita a bloccare il progetto Bolsonaro mirato a colpire i benefici sociali alle classe più disagiate.

Quinta-feira de colapso global. Bolsa brasileira deve abrir com queda de 13%

Brasile. Giovedì nero per la borsa che apre con un calo del 13%.

A deputada Benedita da Silva bate um papo com o médico, dep. federal e ex-ministro da saúde, Alexandre Padilha, sobre como se prevenir ou se tratar do COVID 19.

Posted by Benedita da Silva on Wednesday, March 11, 2020

L’attuale governo brasiliano, per una questione ideologica, ha cacciato via i migliori medici cubani, smantellando cosi il sistema sanitario voluto dal governo Lula. Cosi facendo ha negato il diritto all’assistenza medica ai brasiliani. Adesso è arrivato il momento di riempire la voragine sanitaria riprendendo il progetto sanità Brasile Cuba, tralaltro senza nessuna spesa per il governo brasiliano giacché perfino i medici sono stipendiati dallo stesso governo cubano.

News 12/11/2013

LA BOLIVIA E L’OTTUSA PREPOTENZA DI UNA MINORANZA BIANCA DI DESTRA

La costituzione boliviana è fondata su un principio di maggioranza nelle elezioni, molto semplice: se un candidato ha un distacco di dieci punti sui voti ottenuti non si va al secondo turno.
Dunque la contestazione nasce dalla prepotenza della minoranza bianca di destra di volere sovvertire la costituzione.
Nei fatti, il candidato Evo Morales, avendo ottenuto oltre il 47% dei voti contro il 36% del suo avversario, viene eletto automaticamente.
La destra contesta la costituzione boliviana e non l’esito dell’elezione, e il colpo di stato militare è la conferma della volontà di riproporre in Bolivia il neo colonialismo, dal quale il popolo stava uscendo con la presidenza di Morales.

Cuando en ecuador cortaron internet para que no se divulgue las imágenes de como matan a los pueblos indígenas, gracias a dios que la situación ya mejoro❤

Posted by Miguel Angel Garduño on Friday, October 25, 2019

ECUADOR: UN POPOLO PRIGIONIERO DEL SILENZIO!

Ogni mezzo d’informazione è stato oscurato, e il popolo condannando ad una terribile sofferenza, in silenzio!

La minoranza bianca della destra nell’Ecuador, come in Bolivia, Brasile e tutta l’America Latina, obbedendo agli ordini della politica neoliberista mantiene la povertà con il neocolonialismo, che lascia le risorse in mano ad una minoranza razzista e opprime il popolo a maggioranza nativo che da cinque secoli chiede il rispetto dei diritti umani.
La trama è sempre la stessa: diffamare, disinformare, violentare e uccidere per farli tacere.
A questo proposito la giunta golpista dell’Ecuador ha oscurato ogni mezzo di comunicazione, dunque il popolo ecuadoregno è prigioniero, sequestrato da un silenzio tombale.
Noi che siamo liberi abbiamo il dovere, per fraternità umana, di denunciare questi diabolici sistemi neo coloniali che soffocano la libertà per continuare a saccheggiare i paesi offendendo la dignità e il diritto alla sovranità popolare.

Lula passou 580 dias preso injustamente e não esmoreceu. Agora, o Brasil está em festa com a libertação do nosso melhor presidente.

Lula passou 580 dias preso injustamente e não esmoreceu. Agora, o Brasil está em festa com a libertação do nosso melhor presidente.

Posted by Humberto Costa on Tuesday, November 12, 2019

Informazioni interessanti sulla situazione della Bolivia di Evo Morales: per la prima volta nella sua storia il popolo boliviano ha avuto dignità e diritti.